DESCRIZIONE GENERALE

Nell’ambito delle cleanroom modulari hanno un ruolo importante, per adattabilità ed economicità delle soluzioni, i sistemi a contaminazione controllata ove la struttura di confinamento è realizzata con un telaio sopportante il soffitto attrezzato e pareti perimetrali flessibili formate da strisce di materiale plastico trasparente ed opaco.
Questi apparati, detti sofwalls cleanrooms, in esecuzione fissa o mobile, sono fornibili anche in kit, ove tutti i componenti sono facilmente assemblabili anche dall’utilizzatore finale.
La struttura portante, molto semplificata, è realizzata con un insieme di profilati ad anima cava, uniti tra loro esclusivamente mediante viti per formare i correnti e le gambe, dotate di giunto superiore e piastre di appoggio al piede o ruote.

Il soffitto è formato dall’insieme di moduli filtro-ventilanti MTF, da moduli luminosi e da moduli neutri, da assemblare tra di loro e con i correnti. Il contenimento laterale è formato da strisce di materiale plastico antistatico, assemblato con sovrapposizione di lembi e fissate a telai pinza per formare moduli parete continui, semplicemente da appendere all’apposito supporto posto sul corrente superiore ed altrettanto facilmente asportabili.

Le soft cleanrooms offrono numerosi vantaggi:
• sono di veloce realizzazione per l’applicazione anche a processi industriali esistenti, in fase temporanea o definitiva
• sono idonee praticamente ad ogni impiego, potendo essere realizzate in qualsiasi misura e garantire anche la classe ISO5
• sono facilmente pulibili poiché gli elementi interessati sono smontabili senza l’uso di attrezzi, per delocalizzare la sanificazione
• danno luogo a sistemi espandibili, mantenendo sempre facile l’accesso alle zone protette
• sono in molte situazioni la soluzione unica possibile

I componenti utilizzati sono gli stessi delle cleanrooms “tradizionali” così come le modalità di gestione e controllo.