Cleanroom
Impianti custom

Sistemi esclusivamente di progettazione MiTEC che è anche costruttore di buona parte delle apparecchiature, per il benessere degli operatori e per il processo.
Soluzioni tecnologiche particolari come:

  • Quelle per le sale metrologiche ove si richiede grande precisione nel controllo dell’andamento delle temperature.
  • Quelle per celle climatiche nell’industria alimentare, chimica e farmaceutica ove si richiede principalmente il controllo dell’umidità massima e minima.
  • Quelle per industria dei trattamenti superficiali e laboratori chimici ove è richiesta una ingente portata di aria d rinnovo combinata ad un sistema di estrazione.
  • Quelle per l’industria microelettronica ove è richiesto il flusso laminare verticale o orizzontale e contaminazione particellare ridottissima.

Prodotto indicato per le attività:

Farmaceutica

Omeopatia, integratori, cosmesi

Alimentare

Biomedicale

Meccanica

Elettronica, microelettronica

Aerospaziale

Laboratori

Informazioni

Architettura

• Soluzione particolarmente indicata per ricavare ambienti asettici all’interno di locali di non elevata altezza (foto 1).
Prevede il fissaggio delle pareti verticali e la sospensione del soffitto, attrezzato con diffusori di mandata e sistema di illuminazione, mediante tiranti ancorati alla struttura del locale. Le apparecchiature per il trattamento aria di peso e volume rilevante vengono alloggiate a terra o su soppalchi dedicati.

• Soluzione che prevede una struttura in carpenteria per grandi luci a geometria reticolare od anima piena completamente autoportante (room in room), dimensionata per sostenere il peso delle unità di trattamento termico e propulsione con notevoli vantaggi logistici. Doppie pareti, parallele e distanziate tra loro, individuano camere continue per la ripresa dell’aria, che può avvenire a pavimento od a parete, all’interno delle quali è posizionata anche la carpenteria portante (che risulta così mascherata) (foto2).

Dettagli

Il volume operativo protetto è delimitato da pannelli compositi nati per favorire la pulizia o disinfezione, a superficie perfettamente complanare, a cessione ridotta di particelle e resistenti all’abrasione. La scelta dei materiali è adeguata ai requisiti del processo produttivo.
Il controllo degli accessi riduce il rischio di contaminazione incrociata, consentendo la gestione differenziata dei flussi di prodotto e personale.
Profili ribassati ed arrotondati per infissi, copritravi, profili sanitari di raccordo tra pareti e rivestimenti del piano di calpestio facilitano notevolmente il raggiungimento degli obiettivi di pulizia prefissati, eliminando i punti di accumulo per polvere e microorganismi.

Climatizzazione

Sistemi esclusivamente di progettazione MITEC che è anche costruttore di buona parte delle apparecchiature, per il benessere degli operatori e per il processo.
Soluzioni tecnologiche anche particolari come quelle per le sale metrologiche ove si richiede grande precisione nel controllo dell’andamento delle temperature o quelle per celle climatiche nell’industria alimentare, chimica e farmaceutica ove si richiede principalmente il controllo dell’umidità massima e minima.
I limiti tecnologici raggiungibili sono:
nel tempo 0,4 °K per ora
nello spazio 0,1°K per metro
umidità minima 25% relativa a 18°C; precisione + 2%

Filtrazione

La filtrazione nei sistemi a contaminazione controllata contribuisce in larga misura al raggiungimento dell’obiettivo prefissato, poiché il risultato è da essa doppiamente condizionato: per effetto diretto, nella separazione delle particelle dalla corrente fluida, indirettamente, perché lo stato dei filtri agisce sulla portata d’aria in gioco e quindi sulla diluizione delle particelle totali.
Un aumento della superficie filtrante, rispetto a quella nominale appena sufficiente, permette una minor potenza impegnata o, a pari potenza, una maggiore vita operativa.
I contenitori modulari per filtri unificati della serie MCF si inseriscono in linea nei circuiti di mandata o ripresa. I contenitori per terminali filtranti serie MTF, installabili a soffitto od a parete, sono adatti per sistemi a flusso laminare o turbolento

Finestre

Regolazione automatica del grado di sovrapressione: mantiene il grado di sovrapressione programmato negli ambienti protetti al variare della portata dell’aria aspirata.
Regolazione automatica della portata: mantiene costante la portata di aria in mandata al variare delle perdite di carico dell’impianto
Regolazione automatica di temperatura ed umidità: mantiene, al variare delle condizioni esterne, i parametri programmati di temperatura ed umidità interna. lo scostamento dei parametri temperatura ed umidità effettivi da quelli desiderati è adeguato al processo produttivo.
Controllo usura filtri: apparato di monitoraggio in continuo dello stato di intasamento di ciascuna delle sezioni filtranti presenti nei sistemi.
Sono disponibili sistemi per il monitoraggio e la registrazione dei parametri funzionali sopraindicati.